Accoglienza

MODALITA’ DI ACCESSO

Per poter essere meglio informati sia sui servizi resi dalla casa di riposo “Comm. A. Michelazzo” che sulle procedure da attivare prima dell’ingresso nella stessa, è necessario rivolgersi all’assistente sociale telefonando o recandosi di persona presso gli uffici. L’assistente sociale riceve su appuntamento.
Prima dell’ingresso è necessario attivare la valutazione UVMD, da richiedere presso il Distretto di residenza del potenziale ospite, con lo scopo di valutare in forma multidimensionale i suoi bisogni assistenziali, per definire con maggiore precisione la necessità dell’inserimento in Casa di riposo. Le persone valutate “non autosufficienti” vengono inserite nella Graduatoria Unica di Residenzialità dell’ULSS di residenza, le persone valutate “autosufficienti” vengono inserite nella Lista Unica degli Autosufficienti dell’ULSS di residenza.

Accoglimento anziani non autosufficienti con Ridotta intensità assistenziale (1° livello):

La Casa di Riposo “Michelazzo” è autorizzata ad accogliere un numero massimo di 66 anziani valutati non autosufficienti dall’ UVMD (Unità Valutativa Multidimensionale Distrettuale) con Ridotta intensità assistenziale (1° Livello).
Gli anziani vengono accolti sia in forma convenzionata (tramite l’Impegnativa di Residenzialità, rilasciata dall’ULSS) sia privatamente.
Gli ospiti vengono accolti in Nuclei dedicati a persone non autosufficienti, in stanze a 1, 2, 3 o 4 posti letto con bagno in camera. La prevalenza dell’offerta è di stanze a 2 letti con bagno.

RETTE

Accoglimento anziani autosufficienti:

La Casa di Riposo “Michelazzo” è autorizzata ad accogliere un numero massimo di 46 anziani valutati autosufficienti dall’ UVMD (Unità Valutativa Multidimensionale Distrettuale).
Gli anziani vengono accolti privatamente.
Gli ospiti vengono accolti in Nuclei dedicati a persone autosufficienti, in stanze a 1, 2, 3 o 4 posti letto con bagno in camera. La prevalenza dell’offerta è di stanze a 2 letti con bagno.

RETTA

Accoglienza temporanea:

La Casa di Riposo “Michelazzo”, accoglie temporaneamente anziani, valutati sia autosufficienti che non autosufficienti con ridotta intensità assistenziale (1° Livello) dall’ UVMD (Unità Valutativa Multidimensionale Distrettuale). Tali ingressi sono comunque effettuati nell’ambito dei posti letto autorizzati dall’ULSS n. 6.
Gli anziani valutati non autosufficienti vengono accolti sia in forma convenzionata (tramite l’Impegnativa di Residenzialità o di Sollievo, rilasciata dall’ULSS) sia privatamente.
Gli ospiti vengono accolti in Nuclei dedicati a persone non autosufficienti, in stanze a 2, 3 o 4 posti letto con bagno in camera. La prevalenza dell’offerta è di stanze a 2 letti con bagno.
Gli anziani valutati autosufficienti vengono accolti privatamente.
Gli ospiti vengono accolti in Nuclei dedicati a persone autosufficienti, in stanze a 1, 2, 3 o 4 posti letto con bagno in camera. La prevalenza dell’offerta è di stanze a 2 letti con bagno.

RETTE : sono uguali a quelle applicate per gli accoglimenti definitivi.

Accoglienza diurna:

Il servizio si rivolge alla seguente utenza:

  •  persone ultrasessantacinquenni autosufficienti con esigenze di socializzazione;
  •  anziani parzialmente autosufficienti, sprovvisti di adeguata assistenza diurna nel proprio domicilio.

Requisito fondamentale è la valutazione UVMD di autosufficienza (profili 1-2-3-6 a giudizio insindacabile dell’UVMD) valida.
Il Servizio può ospitare un numero complessivo massimo di 4 anziani al giorno (tale numero potrà essere modificabile in base all’andamento delle accoglienze residenziali autosufficienti), comunque nei limiti dei posti letto autorizzati per persone autosufficienti.
Gli ospiti vengono accolti in Nuclei dedicati a persone autosufficienti.
L’attività si colloca nell’ambito della Casa di Riposo “Michelazzo”. Pertanto, gli ospiti diurni possono usufruire dei servizi previsti di norma per gli ospiti della residenza e accedere agli spazi comuni presenti nella struttura.

RETTE